Sommario

News »

Archivio

Contatti

Globo divulgazione scientifica

Tel:
040.3755565
040.3755567
Fax:
040.398987
info@globo.trieste.it

Clima, fuori i responsabili
Il dibattito sulle cause dei cambiamenti climatici ancora aperto

Negli ultimi anni scienza e politica a livello internazionale hanno dedicato un’attenzione crescente alle problematiche legate ai cambiamenti climatici. Allo studio dei complessi meccanismi che regolano il clima terrestre e le sue variazioni, si affianca la preoccupazione per il futuro del nostro pianeta e la volontà di mitigare eventuali responsabilità umane.

Riuscire a individuare con chiarezza le relazioni tra le cause e gli effetti nel complesso sistema climatico è un compito arduo; i fenomeni che concorrono alla variazione del clima infatti sono molti e si sovrappongono in modo non lineare.
Il dibattito all’interno del mondo scientifico è aperto e lontano dall’essere presto risolto. Contemporaneamente la politica ha bisogno di risposte immediate, sulle quali organizzare provvedimenti e stabilire accordi.
Le diverse tempistiche proprie di scienza e politica non devono però impedire la loro collaborazione, nel comune interesse di salvaguardare il nostro pianeta.
La scienza è in grado di studiare le problematiche e avvicinarsi alla loro comprensione, ma manca della possibilità di intervento. La politica può invece intervenire, ma non ha basi scientifiche sulle quali prendere le proprie decisioni. La sinergia tra questi due mondi è quindi indispensabile per il miglioramento della qualità della vita umana e dell’ambiente.
Non c’è dubbio che vi sia stato un aumento della temperatura terrestre nell’ultimo secolo e in particolare negli ultimi dieci anni. Non ci sono dubbi nemmeno sul fatto che i ghiacciai delle Alpi si siano ritirati notevolmente e che i ghiacci dell’Artico si sciolgano ogni estate di più. I dubbi ci sono, invece, nello stabilire le relazioni tra questi effetti e le loro cause.
In particolare, la criticità sta nell’attribuire le responsabilità di questi fenomeni. All’interno del dibattito scientifico ci sono posizioni contrapposte: chi crede che sia l’uomo la principale causa dei cambiamenti climatici, e in particolare la sua sfrenata attività di immissione di anidride carbonica nell’atmosfera, e chi vede come cause principali fattori naturali che pur sempre hanno determinato nella storia della Terra oscillazioni climatiche.
La vita dell’uomo e la sua memoria sono pochi attimi rispetto all’età della Terra. Il sistema climatico è in evoluzione continua: in epoche passate è stato soggetto all’alternarsi di periodi più freddi e più caldi. Se poi spostiamo il nostro punto di vista dalla Terra al sistema solare vediamo che esistono altre cause potenziali ancora più complesse.
Per esempio sulle possibili influenze del Sole e di altri fattori remoti; la scienza procede per ipotesi, tentativi, esperimenti. I tempi di cui ha bisogno sono lunghi, soprattutto quando si esce dal nostro sistema di riferimento terrestre e umano.
Pare però anche che vi sia differenza tra i cambiamenti climatici in corso e quelli del passato e l’impatto umano potrebbe essere la chiave di lettura. A questo riguardo sorgono altri dibattiti: non tutti concordano nel vedere come maggori imputate le emissioni di anidride carbonicate. Ci sono altre emissioni potenzialmente pericolose e di origine ugualmente antropica che potrebbero essere le cause principali.

ˆinizio